L’uso della favola come strumento di conoscenza e di crescita

Lo sviluppo del pensiero narrativo nel bambino è un importante strumento di maturazione. La capacità di costruire delle storie si basa su competenze pregresse, come il linguaggio, ma al contempo permette al bambino di sviluppare il Sé e la consapevolezza delle proprie emozioni.

Il linguaggio narrativo è, infatti, diverso da quello quotidiano, in quanto permette al bambino di costruire un contesto immaginario dove egli colloca i personaggi e la storia, così come gli oggetti importanti, secondo la sua visione personale,specificandone le caratteristiche. La descrizione dell’aspetto fisico, così come la sottolineatura di alcuni tratti comportamentali, delineano i caratteri psicologici dei personaggi e tutta la narrazione ne viene così arricchita e rafforzata.

Continua a leggere “L’uso della favola come strumento di conoscenza e di crescita”

L’importanza della narrazione nello sviluppo del bambino

Leggere al proprio figlio è importante già durante la gravidanza. È ormai ampiamente accertato infatti che il feto negli ultimi mesi può ascoltare la voce della madre. Questo è dimostrato dal fatto che già a poche ore dalla nascita risulta in grado di riconoscere la voce materna e la preferisce a quella di qualunque altro adulto. Allo stesso modo, il neonato è capace di riconoscere, quando gli vengono riproposte, le favole o i racconti che più spesso la madre ha letto durante l’ultimo periodo della gestazione. Il precoce riconoscimento uditivo avviene certamente anche per altri stimoli, ad esempio per le musiche a cui più di frequente si è stati esposti nello stesso periodo, ma nel caso della lettura il valore aggiunto sta nella valenza affettiva della voce materna, che si rivolge proprio a lui, come quando gli parla.

Continua a leggere “L’importanza della narrazione nello sviluppo del bambino”